Japan Airlines porta in cabina gli amici a quattro zampe

cane-a-bordo-japan-airlines-cover1

Simpatica iniziativa della prima compagnia nipponica, la Japan Airlines che ha introdotto un volo aperto anche agli amici a quattro zampe che non dovranno più separarsi dai propri padroni. Con loro anche una equipe di veterinari.

In braccio o addirittura sul sedile con il passeggero. La Japan Airlines, compagnia di bandiera nipponica, ha inaugurato un volo che permette ai passeggeri di portare i loro cani in cabina e non doverli più lasciare soli nella stiva.

Il servizio charter è partito venerdì 30 gennaio 2017 dall’aeroporto di Narita, alla periferia di Tokyo, verso la prefettura di Kagoshima, nel sudovest del Giappone. A bordo anche una equipe di veterinari, disponibili in caso di necessità. Stando a quanto hanno raccontato i passeggeri e dagli assistenti di volo il viaggio è stato non solo silenzioso, ma anche estremamente divertente.

cane-a-bordo

In verità era stata sempre una compagnia giapponese, la ANA – All Nippon Airways a inaugurare nel maggio scorso, il viaggio con il proprio cane al seguito dall’aeroporto di Sapporo, nell’isola di Hokkaidō, la più settentrionale delle quattro isole principali del paese. 87 passeggeri e 44 cani per un costo di 220.000 yen (circa 1800 euro) a “famiglia”. Biglietti polverizzati in poche ore.

Anche il volo della Japan Airlines, annunciato a dicembre, è andato subito sold out. In poco più di un’ora tutti i 90 posti a bordo (60 persone e 30 cani) sono andati esauriti. Un successo che apre un mercato completamente nuovo: recenti ricerche dicono che il 18 per cento delle famiglie del Sol Levante ha una animale domestico, ossia circa 12 milioni, più dei bambini presenti in tutto il Paese.
cane-a-bordo-2
Un modo per invogliare le persone a spostarsi e che prima magari erano limitate a farlo per non lasciare il proprio compagno a quattro zampe. Chissà se qualche altra compagnia penserà ad un viaggio in compagnia del proprio animale domestico, per adesso in Giappone è possibile, staremo a vedere.

Redazione
ph. @anadolu

--

I nostri consigli di viaggio