Cosa Fare se il Volo Viene Cancellato

Ci sono poche delusioni più brucianti e fastidiose (oltre che problematiche) del realizzare, magari già in aeroporto, che il proprio volo è stato cancellato. Le prime reazioni ovviamente sono sconforto e rabbia ma poi l’imminenza del problema richiede una risposta più pragmatica.

Volo Cancellato

Innanzitutto, bisogna scoprire perché il volo è stato cancellato e poi bisogna capire cosa fare in questa situazione. Non è detto che tutto il male venga per nuocere e possono essere diversi gli scenari che si propongono quando un volo viene annullato per maltempo, per sciopero o per condizioni di forza maggiore (in quest’ultimo caso la compagnia aerea non è tenuta al rimborso). Ecco perché è importante scoprire cosa succede se un volo viene cancellato e sapere come muoversi.

Nel caso in cui vi troviate bloccati in aeroporto in attesa di partire, o per tornare a casa, causa annullamento ingiustificato del volo o per importante ritardo, avrete diritto a un rimborso pecuniario, ma anche a:

  • Prenotazione su un volo alternativo che permetta di arrivare a destinazione o rimborso del costo del biglietto
  • Pasti e bevande per una quantità relativa alla durata del ritardo
  • Pernottamento in albergo nel caso di ritardi di più giorni
  • Due chiamate telefoniche, fax, e-mail o telefax
  • Il trasferimento dall’aeroporto al luogo di destinazione

 

 Cosa bisogna sapere e fare, quindi, quando un volo viene cancellato?

Innanzitutto, considerare il giorno dell’annullamento. La scoperta della cancellazione direttamente in aeroporto, infatti, è un caso estremo. La chiamata dalla compagnia può arrivare in qualunque momento ma si può chiedere rimborso se la cancellazione avviene:

  • Tra i 14 e i 7 giorni prima della partenza o la compagnia ha offerto come alternativa un volo che parte 2 ore prima o arriva più di 4 ore dopo quello che si doveva prendere in origine
  • Nei 7 giorni precedenti la partenza e la compagnia ha offerto in alternativa un volo che parte più di 1 ora prima e arriva più di 2 ore dopo quello originale

Purtroppo, se la cancellazione è anteriore alle due settimane sfuma qualunque possibilità di ottenere un rimborso.

La distanza della tratta che si doveva percorrere. In base a questa, infatti, viene stabilita l’entità del rimborso pecuniario:

  • 250€ se la tratta è inferiore a 1500 km
  • 400 € per le tratte comprese tra i 1500km e i 3500 km
  • 600 € per tutte le altre tratte

 

Tuttavia, se ilo passeggero accetta una soluzione alternativa – un altro volo – per raggiungere la destinazione finale e questo volo non supera di due ore l’orario di quello originale, tali rimborsi vengono dimezzati.

In caso di dubbi o incertezze rivolgetevi agli esperti de Il mio volo cancellato per capire cosa fare quando il volo è stato cancellato.