Ritardo, danneggiamento o perdita del bagaglio aereo

Chi non ha mai fatto i conti con il momento in cui la propria valigia non compare nel nastro dei bagagli e il cuore inizia a battere a mille? Se non vi è mai successo, potete ritenervi davvero fortunati.

Sfortunatamente negli ultimi tempi è sempre più diffusa questa dinamica e le compagnie aeree sono sempre più soggette a reclami di passeggeri poco inclini ad accettare risposte non concrete.

La tutela del passeggero in caso di smarrimento del bagaglio aereo, danneggiamento o consegna ritardata è stabilita dalla Convenzione di Montreal del 1999, trasposta nell’ordinamento comunitario del Regolamento (CE) 889/2002 che ne ha esteso la portata.

Vediamo assieme tutti i diritti dei passeggeri caso per caso contenuti nel Regolamento.

bagaglio aereo smarrito reclamo
 

 Bagaglio consegnato in ritardo: risarcimento dei danni

La vostra valigia non appare sul nastro e recandovi presso l’apposito ufficio Lost and Found scoprite che il vostro bagaglio vi verrà consegnato in ritardo, ma non si sa bene quando?

Chiariamo subito una cosa, si parla di smarrimento del bagaglio aereo se entro e non oltre i 21 giorni dall’apertura del reclamo il bagaglio viene ritrovato e consegnato.

In tal caso, cosa fare per ottenere il giusto risarcimento dei danni?

Primo step fondamentale: compilare il PIR e conservare tutte le ricevute e gli scontrini dei vostri primi acquisti effettuati.

Infatti, una volta appresa la notizia dello smarrimento temporaneo del vostro bagaglio, recatevi immediatamente presso lo sportello reclami per compilare l’apposito modulo P.I.R (Property Irregularity Report). Successivamente recatevi ad acquistare una serie di beni di prima necessità come la biancheria intima, lo spazzolino, il dentifricio. Una spesa essenziale, certo, che vi sareste sicuramente evitati se il vostro bagaglio fosse magicamente comparso nel nastro.
Rircordatevi di conservare tutte le ricevute e gli scontrini degli acquisti essenziali effettuati.

Ma fate attenzione: alcune compagnie aeree rimborsano un tetto massimo per ogni giorno in cui il bagaglio sarà consegnato in ritardo. Altre invece, rimborsano l’intero importo solo se il consumatore rispedisce alla compagnia aerea gli abiti e gli altri beni acquistati in attesa dell’arrivo del bagaglio.
 
 

 E se il mio bagaglio subisce un danno? Ecco come richiedere il risarcimento per il bagaglio danneggiato

Pensavate non fosse possibile ricevere un risarcimento per il vostro bagaglio danneggiato? Facciamo subito chiarezza insieme.

Anche in caso di danni al bagaglio la legge prevede il diritto al risarcimento fino ad un tetto massimo di 1.288 Dps (diritti Speciali di Prelievo), circa 1.200,00 euro, per passeggero.

Il limite massimo di responsabilità della compagnia aerea può essere innalzato se al momento della consegna del vostro bagaglio, renderete una dichiarazione speciale di interesse alla consegna a destinazione dietro pagamento di un’eventuale tassa supplementare. In questo caso, sarete tenuti al risarcimento sino alla concorrenza della somma dichiarata a meno che si dimostri che tale somma è superiore all’interesse reale del mittente alla consegna a destinazione.

Al fine di ottenere il risarcimento previsto per il bagaglio danneggiato, dovrete recarvi all’istante presso lo sportello reclami e compilare l’apposito modulo P.I.R (Property Irregularity Report)
 
 

 Quando le cose si fanno serie: smarrimento del mio bagaglio aereo e risarcimento dei danni

Si parla di smarrimento del bagaglio se entro 21 giorni dall’apertura del P.I.R il bagaglio non viene ritrovato.

In tal caso è possibile chiedere un risarcimento. Vediamo assieme i diritti dei passeggeri danneggiati:

  • Al viaggiatore leso puo’ spettare un risarcimento fino a circa 1.200,00 Euro, a prescindere dal numero di bagagli dispersi;
  • É diritto del passeggero “assicurare” il bagaglio al fine di ottenere un risarcimento maggiore con un pagamento di una tariffa supplementare all’imbarco;
  • Si può ottenere un risarcimento ulteriore solo se si dimostra che lo smarrimento è stato dovuto alla malafede del personale della compagnia;
  • Se, per ottenere il risarcimento, il passeggero è costretto a fare causa alla compagnia aerea, questi può ottenere dal giudice anche il rimborso dei costi legali del giudizio.

 

 Risarcimento Bagaglio Gratis con IlMioVoloCancellato

Riassumendo, la procedura da seguire per richiedere il rimborso potrebbe esse più complessa di quello che vi aspettavate.

E se anche voi rientrate nelle persone poco inclini ai moduli da compilare e alle mille procedure da seguire, il servizio online IlMioVoloCancellato.it potrà essere al vostro fianco nelle complesse procedure di richiesta rimborso. Basterà compilare il modulo online con tutti i dati richiesti. Lo staff, costituito da esperti nel settore dei trasporti e avvocati, si occuperà di tutto al posto vostro in maniera assolutamente gratuita e senza costi. Il rimborso sarà poi versato direttamente sul vostro conto corrente o carta di credito. Facile vero?

Niente più delusioni con IlMioVoloCancellato.it